mercoledì 24 marzo 2010

Regalo.....marino!

Da poco è stato il compleanno di un amia amica, Ilaria, e dato che aveva espresso interesse per alcuni miei lavori all'uncinetto, ho deciso per il suo compleanno di regalarle qualcosa fatto da me! All'inizio non sapevo bene cosa fare infatti avevo cominciato con una mezza idea ma non mi piaceva il risultato, ed ho disfatto tutto. Poi ho scovato tra cose varie una conchiglietta che avevo raccolto a mare sulla spiaggia eh ho lavorato una base circolare all'uncinetto applicandovi perline ed ho aggiunto 2 medaglioni spiralati. Il risultato? è stata contentissima!

domenica 21 marzo 2010

Ci siamo!

é arrivata la primavera, anche se quì c'è un cielo grigiastro, ma almeno non piove!
Io adoro questa stagione in cui la natura si colora in ogni suo aspetto più latente, e dà gioia e serenità. Evviva! Non vedo l'ora di passeggiare con la bici accarezzata da un sole tiepido!
Per l'occasione posto questa poesia di Cesare Pavese sulla primavera. A proposito dell'autore io lo apprezzo molto anche come romanziere ma il suo dramma interiore viene sviscerato soprattutto nelle poesie (se siete appassionati vi consiglio di leggere qualche sua poesia).


Primavera

Sarà un volto chiaro.
S'apriranno le strade
sui colli di pini
e di pietra....
I fiori spruzzati
di colore alle fontane
occhieggeranno come
donne divertite: le scale
le terrazze le rondini
canteranno nel sole.

C.Pavese

Buona domenica a tutti!

venerdì 5 marzo 2010

Finalmente il week-end!

Eh sì, perchè questa è stata una settimana di quelle piene zeppe di cose da fare, e di emozioni e preoccupazioni forti. Prima di tutto avevo quel famosissimo esame da fare, quello che ci son voluti 2 mesi di preparazione, tante rinunce e tanti sacrifici (anche l'uncinetto ho toccato poco). Dopo essere stata rinviata la data di un giorno, aver accumulato stress a più non posso, l'ho superato a pieni voti, e devo dire anche grazie a voi che mi siete state vicino. In particolare, un grazie speciale va a Laura (il suo in bocca al lupo mi è stato utile), ad Helena e Sabrina (che mi hanno spronato).
Poi sono cominciati anche i corsi all'università, gli ultimi corsi che seguirò peraltro, il mio ultimo semestre tra treni che si perdono, corse contro il tempo, aule che si riempiono e che si svuotano, formule alle lavagne, professori isterici, professori simpatici, le risate tra colleghi e le chiacchierate tra amiche.
Però che stress! Arrivo la sera distrutta che l'unica cosa che vedo è il letto e l'unica cosa che vorrei sentire è un silenzio assoluto per sprofondare lievemente nel mio sonno.
Come adesso per esempio, che l'unica cosa che mi rende tranquilla è che è finita la settimana, passata la tempesta per l'esame, e posso dedicarmi anche un po' a me stessa e all'uncinetto!